sabato 26 marzo 2016

BRODETTO SEMPLICE DI MARE AL BARATTOLO......URCA! QUANTO MARE C'E' QUA DENTRO!!!

Per la sfida MTC di Marzo, abbiamo il BRODETTO ed ANNA MARIA del blog La cucina di qbin qualità di vincitrice dell'ultima sfida, ha chiesto di raccontare una storia personale legata al cibo, che abbia fatto la differenza....
Se proprio ci tieni, cara Anna Maria, mi mostrerò a te in tutto il mio sciagattato splendore!.
Figlia di mamma montanara e babbo napoletano, tra la montagna ed il mare io preferisco il mare.
Non mi piace il pesce, ma sono cresciuta con il cartone animato Sampei e sono in grado di pescare il Matsogoro.
Non sono mai andata a pescare nonostante abbia lo zio pescatore e non faccio il bagno in mare di notte perchè ho paura dei Gronghi che si aggirano alla riva.
Ho avuto per anni, un pesce rosso di nome Vladimiro, che faceva per me, dei bellissimi salti carpiati fuori dall'acqua, fino a quando non l'ho trovato stecchito sul pavimento ed ho capito che quelli non erano altro che tentativi di suicidio.
Da piccola, quando andavo al mare, uscivo dall'acqua solo quando avevo le mani completamente grinzose, secondo mia mamma prima della fine delle vacanze mi sarebbero spuntate le branchie ed io sognavo di diventare una Sirenetta.
Ho sempre cucinato, fin da quando ero bambina e mi ricordo distintamente, che a 10 anni, per fare una sorpresa a babbo e mamma, preparai un favoloso cocktail di gamberi, coi gamberi crudi, appena scongelati, rischiando così di rimanere orfana.
Questo fatto, avrebbe dovuto farmi capire, che per la cucina, non ero trombata ed invece, sapete come si dice? perseverare è diabolico e quindi....adesso vi sorbite me, la mia cucina ed il mio blog di cucina! Ahahahaha!!!
Alla fine di tutto, oggi sono qua, pronta ad affrontare questa sfida con il mio BRODETTO SEMPLICE DI MARE perchè è meglio andare sul semplice, che farla troppo complicata (almeno nel mio caso).
Il mio brodetto l'ho pensato, attingendo ai ricordi marinari di bimba, quando andavo a fare le telline con lo zio e mi diceva"APPOGGIA LA CONCHIGLIA ALL'ORECCHIO CHE SENTI IL MARE" ed io mi chiedevo ma come fara' il mare a stare lì dentro? e poi le cene d'estate con il pesce sulla griglia, i ricci di mare e la pasta corta con il brodetto.
Ho preso un misto tra cozze, vongole e fasolari, una gallinella e le immancabili sarde che sono grassine al punto giusto, niente gamberi o cicale, è proprio povero povero, ma buono buono!.
Ecco che il mio brodetto nel barattolo, profuma d'azzurro e racconta di notti e giorni di lavoro in mezzo al mare, pensato più per sfamare i marinai con tanta voglia di riempie pancia e cuore.
Per l'accompagnamento ho fatto dei finti grissini, qualcosa che scricchiolasse e desse contrasto al brodetto.
Avete voglia di sentirvi LUPI DI MARE?...allora siete nel posto giusto!.

Ingredienti X2 persone:
800gr di misto vongole, cozze e fasolari
6 sarde
1 gallinella grossa
1l d'acqua per fare il brodetto
1 carota
1 cipolla
2 spicchi d'aglio
Olio q.b.
Aceto di vino bianco q.b.
Sale e pepe q.b.
Prezzemolo fresco.

Per i grissini:

300gr di farina "00"
100ml di acqua
50ml di olio
1 bustina di lievito di birra
sale q.b.

Preparate nella planetaria la farina setacciata, con il lievito ed il sale.
Aggiungete l'acqua, l'olio ed impastate.
Fate riposare l'impasto per 1h e poi stendetelo con l'aiuto del mattarello.
Tagliate delle strisce ed arrotolateli con le mani, stendeteli sopra una teglia foderata di carta forno ed infornateli per 15 minuti a 200°.
Sfornateli e fateli raffreddare.
Pulite la gallinella, tagliate la testa e  sfilettatela tagliando lungo la spina centrale, rimuovete con delicatezza la carne dalla spina e tenete da parte.
Eviscerate anche le sarde e tagliate loro la testa.
Mettete il pesce in un piatto copritelo con la pellicola e mettetelo in frigo.
In una pentola mettete la carota e la cipolla interi, ed aggiungeteci anche gli scarti della gallinella e delle sarde, versateci l'acqua e fate bollire per almeno  20 minuti.
Pulite le cozze i fasolari e le vongole.
Filtrate con un colino il brodo di pesce e tenete da parte.
In una pentola fate rosolare aglio con l'olio, aggiungeteci le cozze, i fasolari e le vongole, unite un paio di cucchiai di brodo e coprite, fate così aprire tutti i mitili.
A questo punto uniteci anche le sarde, buttate una spruzzata d'aceto, fate cuocere giusto 1 minuto e poi da ultimo aggiungete i filetti di gallinella tagliati e pezzi.
Una macinata di pepe fresco, un altro cucchiai di brodo e siamo pronti.
Per cuocere il tutto vi basteranno meno 15 minuti.
Impiattate con prezzemolo fresco.
UNA BOCCATA DI MARE FRESCO
 UN BRODETTO SEMPLICE SEMPLICE
 IL MARE IN UN BARATTOLO
 NEGLI ABISSI DEL GUSTO
CON QUESTA RICETTA 
PARTECIPO ALLA SFIDA MTC 55








3 commenti:

  1. Che storia che sei, che simpatica la tua presentazione e che gustosi anche i tuoi finti grissini. Mi piace tutto :-)

    RispondiElimina
  2. Leggerti da una carica incredibili e mi pare di capire che eri così fin dall'infanzia! Davvero divertente il tuo brodetto in barattolo e anche grissini devono essere davvero molto gustosi. Grazie di aver condiviso la tua ricetta con noi.

    RispondiElimina