martedì 15 marzo 2016

I BISCOTTI DANESI AL BURRO....TRASGRESSIVA ELEGANZA.....UN LIBRO UN FILM UNA RICETTA!!!

"DIVENTO COME MI VEDI...TU MI HAI FATTA BELLA, E ORA MI FAI FORTE...QUANTO POTERE C'E' IN TE"
THE DANISH GIRL
"The Danish girl" e qui Tom Hooper, racconta, con garbo e raffinatezza, la storia del pittore Wegener che fu il primo uomo a tentare un cambio di sesso.
Argomento attualissimo e quindi altrettanto indigesto per alcuni, quanto per quei bigotti dell'Academy, ma il film è di una bellezza disarmante, ogni inquadratura sembra un dipinto, la fotografia è puro piacere visivo, luci ed ombre avvolgono i protagonisti magnificamente vestiti nel bel mezzo dell'Europa anni 20, la nomination Oscar per i costumi ci sta proprio tutta.
Eddie Redmayne è indiscutibilmente bravo, centratissimo nel ruolo, con il suo aspetto androgino, si tormenta e si compiace di se stesso, ma l'interpretazione da Oscar è quella di Alicia Vikander, è colei che sublima il film, la donna forte ed intensa che lo accompagna e lo supporta, prima moglie, poi amica, infine quasi madre, davvero straordinaria.
La storia del primo TRANSGENDER del secolo è difficile da raccontare, il contesto sociale, la lotta interiore di chi non si è mai sentito a proprio agio nel corpo che gli è stato dato, è spunto di enormi polemiche, oltre che riflessioni.
Per fortuna, oggi la chiave di lettura di un film del genere è più serena, il tempo ha colmato le lacune dell'intolleranza e dell'ignoranza, permettendo di capire le dinamiche profonde che condizionano certe scelte, ma nonostante questo, per alcuni questo film resterà antipatico.
Tom Hooper sceglie di raccontare questa storia attraverso lo sguardo, pudico e distaccato, ne esce fuori un ritratto asessuato e si dimentica (inconsapevolmente???) che questa trasformazione dovrebbe essere, sopratutto, fisica e così facendo si avverte che nel film manca qualcosa, alla fine ti viene da pensare che....poteva essere un capolavoro.
Comunque la notte degli oscar ha regalato alla co-protagonista Alicia Vikander la statuetta dorata, e devo ammettere STRA MERITATA!.
Per celebrare il film, vi propongo un classico senza tempo della pasticceria, l'eleganza del biscotto, i BISCOTTI DANESI AL BURRO.
Ma prima facciamo un salto da Beatrice per una ricetta tutta casalinga con PANE BURRO E MIELE dal libro HO UN CASTELLO NEL CUORE.
Ed ora siete pronti per un biscotto insuperabile? forza seguitemi in cucina.

INGREDIENTI X 20 BISCOTTI

125GR DI BURRO SALATO
1 UOVO
125GR DI ZUCCHERO BIANCO
250GR DI FARINA TIPO "00"

Nella planetaria setacciate la farina, aggiungete lo zucchero ed il burro tagliato a pezzetti.
Lavorate tutto fino a che gli ingredienti non saranno ben amalgamati, aggiungete l'uovo e continuate a lavorare l'impasto velocemente senza scaldarlo fino ad otttenere un'impasto morbido e liscio.

Avvolgete l'impasto nella pellicola e fate riposare in frigo per 1 ora.
Adesso stendete la pasta tra due fogli di carta forno,con l'aiuto del mattarello.
Ripassate per 30 minuti in frigo, dopo procedete con le formine e ricavate i biscotti.
Infornate per 20 minuti a 160°.

L'ELEGANZA DEL BISCOTTO
 LA RAFFINATEZZA DEL GUSTO
 LA DOLCEZZA DEL SAPORE
BUON BISCOTTO E BUONA VISIONE
A PRESTO





4 commenti:

  1. Ciao cara!!! mancavo da secoli qui!!! non ho ancora visto il film ma mi riprometto di farlo in questi giorni...nel frattempo godo a vedere i tuoi biscottini al burro *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro grazie mille e ti dico la verità sei mancata anche tu a questo blog! Questi biscotti li dedico a te e ti consiglio di vedere il film che è davvero strepitoso! Una fotografia eccellente un piacere visivo immenso.
      Bacio a presto.

      Elimina
  2. Sgranocchierei volentieri uno di questi biscotti...anzi facciamo due ;)
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daniela bisognerebbe sgranocchiarli insieme questi biscotti una di queste volte!
      Bacioni.

      Elimina