venerdì 16 giugno 2017

TARALLI N'ZOGNA E PEPE......CHE LA TARALLO MANIA ABBIA INIZIO!!!

Avete mai avuto il pallino per una cosa?, io si e spesso.
Devo ammettere che quando vado in fissa per una cosa o per una ricetta, non vedo altro, m'incaponisco per riuscire ad ottenere quello che voglio, giusto o sbagliato che sia.
Ed era tanto, ma tanto, ma che dico tanto, anzi parecchio che avevo in mente di fare i TARALLI, un'idea, una voglia che è nata da uno dei viaggi a Napoli, dove ne ho consumati in quantità industriali, dove li ho gustati di tutti i tipi persino sulla pizza di Sorbillo.
Una passione per i Taralli, che però, non si è mai tramutata in una ricetta e quindi in una riproduzione materiale del tanto amato, oggetto del desiderio, poi una mattina all'improvviso, ho trovato una ricetta sfogliando un giornale e mi son detta, oggi non c'ho un cacchio da fare e facciamoli due taralli n'zogna e pepe.
Con pazienza e dedizione, ho finalmente fatto i TARALLI N'ZOGNA E PEPE e forse per l'assonanza col cognome, ho pensato tutto il tempo a FRANCO PEPE, il francuccio mio, spirito guida di tutte le donne che amano la pizza!
Alla fine, ho sfornato i miei primi taralli e devo ammettere che il risultato è stato buono.
Qualche altro piccolo accorgimento e la prossima volta verranno praticamente PERFETTI!.
Ma ora vi lascio al gusto, al desiderio, al pepe di questi favolosi taralli.....CHE LA TARALLO MANIA ABBIA INIZIO!!!.

INGREDIENTI X15 TARALLI CIRCA:

500gr di farina 00
20gr di lievito di birra fresco
sale q.b.
pepe macinato fresco q.b. ma abbondate!
200gr di strutto
mandorle non pelate 50gr circa


Stemperate il panetto di lievito in un pò di acqua tiepida.
Impastate la farina con il lievito, il sale ed il pepe fresco, aggiungete lo strutto e continuante ad impastare fino a quando l'impasto non sarà sodo ed elastico.
Coprite e fate lievitare per 1h e mezza.
Riprendete l'impasto, lavoratelo arrotolandolo su se stesso in pezzi lunghi tipo 20cm.
Intrecciate due cordoncini alla volta, formate una ciambella e chiudete le estremità.
Aggiungete le mandorle qua e là ed infornate a 130° per circa 1h e mezza.
Lasciateli raffreddare e poi serviteli, così pronti si mantengono bene anche all'aria per almeno 4 giorni, anzi se si asciugano un pochino, acquistano quella caratteristica pasta "SCROCCHIARELLA" tipica dei Taralli.

TARALLO MANIA
 N'ZOGNA E PEPE FOREVER

ALLA PROSSIMA RICETTA!!!! BYE BYE.



2 commenti:

  1. susyna, a parte che so che sei stata a roma e non mi hai chiamata, e va bene..... ma ci sta la ricetta mia, che han fatto anche sara e alice del re..... grrrrrrr

    RispondiElimina
  2. Ma certo che capita! Eccome! Beh ma hai ragione.. fantastici questi taralli 😋

    RispondiElimina